Il Crudismo e i 10 errori da evitare: N°3

Tuesday, July 5, 2011 @ 10:07 AM
posted by Marco

Mangiare poche verdure a foglia verde

La frutta è una magnifica risorsa di energia e vitamine, ma spesso per una dieta crudista classica non contiene minerali sufficienti per essere un alimento equilibrato.

foglia verdeLe verdure a foglia verde devono essere integrate per fornire tracce di minerali essenziali in forma organica come calcio, magnesio, sodio etc..

La maggior parte delle diete in circolazione dal mio punto di vista non contengono quantità sufficienti di verdure a foglia verde necessari per una salute ottimale, soprattutto alcune diete crudiste che contengono grosse quantità di noci o di semi che avrebbero più bisogno di verde per facilitare la disintossicazione da questi cibi non propriamente adatti all’essere umano per essere consumati così regolarmente.

Quando mangiamo un’insalata con olio o altri grassi c’è meno spazio per assumere verdure a foglia verde, ma se limitiamo il consumo di questi cibi avremmo più fame e di conseguenza possiamo consumarne di più senza sforzarci troppo.

Inoltre le foglie verdi andrebbero consumate in modo che siano facilmente assimilabili dall’organismo.

Un’insalata masticata in fretta potrebbe non essere sufficiente.

E’ per questo che uno dei modi più geniali di assumere foglie verdi è quello di utilizzare un frullatore potente per realizzare frullati verdi di frutta e verdura. In questo modo le molecole di clorofilla si rompono facilmente ed è possibile assumere grosse quantità di verde in una forma super assimilabile.

Anche i succhi freschi sono un’ottima fonte di minerali freschi facili da metabolizzare, ma in questo caso avremmo bisogno di un estrattore di succhi apposito, strumento quasi indispensabile in una cucina crudista.

Condividi su Facebook

6 Responses to “Il Crudismo e i 10 errori da evitare: N°3”

  1. Martina says:

    Caro Marco, ho appena scoperto il tuo sito e volevo chiederti a proposito dei succhi e dei frullati di frutta e verdura cosa ne pensi dei frullati in cui si mescolano frutta e verdura.
    Il naturopata che seguo da qualche anno (anche se non al 100% perchè lui è macrobiotico e io invece non ho mai amato molto la carne finchè adesso da alcuni mesi sono diventata vegana) mi ha detto che la frutta andrebbe mangiata da sola e quindi se mi faccio un frullato deve avere solo verdure oppure solo frutta (che lui sconsiglia abbastanza per via sia dell’alto indice glicemico che per via che la frutta dovrebbe esere mangiata locale e di stagione quindi niente frutta esotica nè frutta fuori stagione)..se in un frullato unisco quindi verdura e frutta cosa succede? la frutta fermenta? si digerisce male? grazie ciao

  2. Giovanni says:

    Ciao Martina, i succhi sono una vera manna per il nostro organismo, per quanto riguarda i frullati posso dire che il modo migliore è mangiare i frutti nel loro stato naturale, importante resta non mischiare troppi frutti, indubbiamente col tempo e depurando sempre più l’organismo si diventa sensibili anche ad una leggera difficoltà digestiva.

    Per quanto riguarda il discorso dell’indice glicemico alto possiamo dire tranquillamente che non è dovuto agli zuccheri della frutta ma bensì all’impossibilità del loro assorbimento da parte dell’organismo dovuta alla presenza di scorie e grassi nei vasi sanguigni che creano ostacolo, situazione che col tempo e mangiando prevalentemente solo frutta e verdure crude migliora fino ad ottenere un completo assorbimento dei suddetti zuccheri.

    Le foglie verdi sono ricchissime di enzimi necessari alla digestione degli alimenti, nessun problema frullare foglie verdi insieme alla frutta, nessuna fermentazione.

    Se non l’hai ancora fatto ti consiglio l’iscrizione al mini corso gratuito che trovi qui:

    http://www.rawfoods.it/

    Buon percorso,
    Giovanni

  3. cecilia says:

    Bello questo sito!!!! Senti che ne dici degli spinaci crudi? Ho capito che sono migliori gli spinacini baby…hanno meno ossalati??? E in una settimana quanto se ne può prendere???? Grazie!

  4. Giovanni says:

    Ciao Cecilia,

    gli spinaci sono ottimi, credo che la cosa migliore da tener conto è che siano genuini, non so dirti la differenza di ossalati tra spianci e spinacini ma per la quantità è consigliabile sempre seguire la dieta 80 10 10, anche se inizialmente il bisogno richiede spesso una quantità maggiore del 10% della dieta, per ripulire l’organismo.

    Giovanni

  5. Jessica devoti says:

    Ciao! Ho appena scoperto il tuo sito..molto interessante! Io sono ancora un’onnivora..ma mi rendo conto che avete ragione voi! sto cercando di informarmi il più possibile e di adottare questo stile di vita..solo che sono molto confusa! Per esempio noci e semi vanno bene? Qual è la quantità giusta giornaliera? Dove prendo le proteine se mangiare troppe noci e semi non fa bene? Scusa le domande banali ma x me è tutto nuovo..grazie per la tua disponibilità!

    • Giovanni says:

      Ciao Jessica, grazie per il tuo commento, normalissimo avere tanti interrogativi. Ti accenno che in realtà necessitiamo di ben poche proteine e che i semi in quanto grassi vanno bene in quantità minime, non più di 80 grammi al giorno e possibilmente un solo tipo di grasso al giorno e neanche tutti i giorni.

      Per approfondire ti consiglio intanto il mini corso gratuito che trovi qui:

      http://www.rawfoods.it/alimenti-da-evitare/La-cruda-verita.php

      Inoltre sulla nostra nuova piattaforma dedicata al lavoro di Frederic Patenaude trovi tre report gratuiti più tanti articoli ricchissimi di info, trovi tutto qui:

      http://www.crudoesalute.com/

      Giovanni


Lascia un commento