La salute etica e la manipolazione delle masse

Monday, February 14, 2011 @ 11:02 AM
posted by Marco

Come primo vero post su questo sito web appena nato vorrei concentrarmi su 2 problemi che appaiono quando si cerca di contribuire alla salute dell’essere umano attraverso l’informazione e la comunicazione.

Il primo grande problema è la confusione che si è creata tra i concetti di salute e malattia. Fortunatamente ci sono già molte persone che sono consapevoli che il loro stato di salute non dipende da medici e da ospedali, ma in realtà è strettamente collegato al loro stile di vita, all’ambiente in cui vivono e al loro cammino spirituale.

Dall’altra parte ci sono moltissime persone che non si preoccupano minimamente del loro stato di salute fino a che il loro corpo fisico non le richiama attraverso il dolore a rimediare all’enorme squilibrio che si è creato all’interno del loro corpo e della loro mente.

Solitamente e molto approssimativamente posso classificare (e permettermi di generalizzare) il livello di sforzi coscienti per ottenere una salute perfetta in questo riassunto:

Il secondo grosso problema è la sopravvalutazione della medicina moderna da parte sia di professionisti che da persone non competenti in partenza.

Entrambe sono affascinati dall’assistenza e dai rimedi offerti dall’industria sanitaria considerando la malattia come qualcosa di esterno a noi; da sconfiggere a tutti i costi e non un segnale positivo datoci dal nostro corpo che ci serve a cambiare velocemente modo di vivere e ad evolverci.

Stiamo assistendo a un’enorme quantità di disinformazione e false verità perché la salute si è trasformata in un business da milioni di euro. La popolazione è sotto l’influenza dell’industria farmaceutica e dell’industria alimentare che attraverso la pubblicità manipola le persone con una facilità tale da rimanere esterrefatti.

Le ricerche mediche spesso sono manipolate e finanziate dalle grandi industrie per i loro interessi personali e i medici sono spesso spinti ad applicare trattamenti che non funzionano o nel peggiore dei casi sono dannosi.

Con tutte queste informazioni contraddittorie spesso la persona media che non vuole prendersi la responsabilità della propria salute diventa insicura e finisce con l’accettare tutto ciò che le viene proposto.

Questa manipolazione delle masse non è limitata alle popolazioni dei paesi in via di sviluppo o con un basso livello di istruzione, ma interessa tutti, anche i paesi più “evoluti”.

Ognuno di noi ha bisogno di svegliarsi e rendersi conto che salute non significa avere accesso ad un sofisticato sistema medico, ma bensì l’opposto, ovvero evitare la medicalizzazione generale che si è creata.

E’ questo che intendo quando dico di prendersi la responsabilità del nostro stato di salute e non dare la colpa al dottore, al sistema sanitario o al prete J.

Ti auguro di raggiungere uno stato di salute eccellente!

Buona settimana!

Marco

Condividi su Facebook

Lascia un commento