Hamburgher crudisti…è possibile? Yep!

Saturday, March 26, 2011 @ 04:03 PM
posted by Marco

Ecco una ricettina un po’ più elaborata, ma non troppo. E’ molto personalizzabile e si può fare anche con altri ingredienti che hai a disposizione, non è necessario seguire tutto alla lettera.

L’unica cosa che è quasi indispensabile è un essiccatore, di quelli con la temperatura regolabile altrimenti vi spara 70 gradi e addio enzimi e vitamine…

Un essiccatore del genere lo trovate in qualche negozio specializzato oppure chiedete direttamente  a me che posso procurarvi un excalibur (l’essiccatore per eccellenza) a buon prezzo.

Ovviamente è utilissimo anche se avete intenzione di essiccare frutta, verdura, funghi etc…

Passiamo alla ricetta:

Gli Hamburger di Primavera (Nome appena inventato in occasione dell’arrivo della bella stagione 🙂

raw burgersIngredienti:

3 cucchiai di semi di lino

6 cucchiai d’acqua

1 tazza di polpa di carota (o carota frullata)

1 tazza di semi di girasole

1/2 tazza di sedano tritato

6 cucchiai di cipolla sminuzzata o porri

2 cucchiai di prezzemolo sminuzzato

2 cucchiai di peperoni sminuzzati o frullati

2 cucchiaini di tamari (una specie di salsa di soia)

Preparazione:

Prima cosa devi ridurre in polvere i semi di lino. Per farlo puoi usare un macinino da caffè oppure un frullatore potente. Fatto questo sempre in un frullatore mischiare la polvere dei semi con l’acqua.

Versare la poltiglia in una zuppiera e lasciare un attimo da parte. Mi raccomando lava subito il frullatore altrimenti dopo può essere un problema, i semi di lino diventano gelatinosi e appiccicosi con l’acqua.

In un altro recipiente mischiare la polpa di carote i semi di girasole macinati come prima, il sedano, la cipolla, il peperone, il prezzemolo e il tamari. Aggiungi poi la mistura di semi di lino e acqua e mischia tutto cercando di far amalgamare bene il tutto.

Aggiungi un po’ d’acqua se è necessario in modo da formare un pappone denso, tipo il polpettone che ci davano alla mensa dell’asilo.

A questo punto forma delle polpette basse circa 1 centimetro e rotonde. Metti subito nell’essiccatore con foglio di carta da forno sotto ed essicca gli hamburgers per circa 4 ore o più se necessario.

Sono buonissimi, si presentano divinamente se serviti su delle foglie di cavolo o un letto di germogli e soprattutto non hai sulla coscienza  l’uccisione di nessun animale per il tuo sollazzo personale 🙂

Puoi anche servirli con una salsina di pomodoro o un paté di funghi se preferisci.

Buona primavera a tutti!!

Condividi su Facebook

20 Responses to “Hamburgher crudisti…è possibile? Yep!”

  1. susi says:

    Che buoni!
    Senz’altro li proverò.
    Grazie della ricetta.
    Un abbraccio,
    susi

  2. aurora says:

    ciao, quando dici buon prezzo per Excalibur cosa intendi?

  3. Marco says:

    Attualmente credo di poterti far avere l’excalibur a 5 ripiani con 2 fogli paraflex gratuiti a 259 € spedizione inclusa. Scrivimi in privato se sei interessata.

    Marco

  4. Felicina says:

    Non riesco ad aprire le altre ricette in fondo alla pagina della ricetta degli Hamburgher, le polpette crudiste, le polpette vegan, raw burger, dove sbaglio? Se decido per l’essicatore le mando e mail ? Grazie Felicina

  5. Marco says:

    Ci sono pochissime ricette ancora…appena posso ne posto di nuove…certo una mail va benone!

    A presto,

    Marco

  6. Olivia says:

    Ciao Marco,
    qui gli essicatori non esistono e ho provato sotto il sole ma e’ troppo umido….Ci deve essere un altro modo per fare la “pasta” di torte/hamburger/pizze e ficacce senza essicatore? come posso fare? e senza farli essicare dici che l’hamburger per esempio fa skifo?
    Grazie e complimenti
    Olivia

  7. Olivia says:

    ops, dimenticavo, abito a Phuket 🙁

  8. Marco says:

    Ciao Olivia, piacere di conoscerti. L’essiccatore è indispensabile per le ricette che citi. Puoi acquistarlo all’estero e fartelo inviare in Thailandia, dai un’occhiata qui ad esempio, l’azienda è australiana: http://www.ezidridehydrators.com.au

    Senza essiccarle sì, farebbero abbastanza schifo credo..

    PS: Sarò in Thailandia a dicembre/gennaio, se passo da Phuket vengo a fare una lezione di yoga da te 🙂

  9. veganlolita says:

    ciao! ho deciso di intraprendere una dieta crudista dopo un anno e mezzo di vegana. solo che finchè mi faccio pinzimoni, cremine e spaghetti di zucchina sono a posto ma non ho l’essiccatore. come posso fare senza? comprarlo sarebbe un bel problema primo per i soldi, secondo perchè non avrei idea di dove metterlo in cucina….ma ci terrei a realizzare dei rawburger così da variare la dieta e mangiare un pò più “simile” a prima.sul termosifone può andar bene? grazie mille dell’aiuto

  10. Marco says:

    Ciao Veganlolita, l’essiccatore non è così essenziale, ma può aiutare molto, specialmente in inverno per avere sempre a disposizione frutta secca, pomodori, verdure etc..totalmente al naturale…

    Il termosifone può andare, ma non permette una ventilazione efficace e quindi ci vorrà più tempo e alcune cose sarà difficile farele seccare bene.

    Non ti resta che provare. In estate puoi usare il sole, molto meglio, anche dell’essiccatore, ma deve essere un sole forte.

    L’alternativa è usare un forno a massimo 45° e tenerlo leggermente aperto. E’ comunque uno spreco di energia e non molto efficace a mio avviso

    Un buon essiccatore in Italia lo trovi a partire dai 119 €: http://www.naturalia.it/it/mulini-a-pietra/altri-prodotti/essiccatori.html, forse se cerchi nell’usato trovi qualcosaa meno.

    Un saluto sincero e in bocca al lupo con le tue ricette 🙂

    Marco

  11. cla says:

    Ciao!! Io non sono nè vegetariana, nè vegana, nè crudista… Ma mi piacciono le verdure e questa ricetta mi incuriosisce.. Posso sapere se si possono cuninare? Non ho l’essicatore. Grazie!

    Cla

  12. Marco says:

    Ciao Cla,

    non li ho mai cucinati, ma credo che puoi farli al forno come in padella.

    Marco

  13. DegliAlberi says:

    Sia leggendo la lista degli ingredienti che ammirando la foto…sembrano davvero deliziosi! Non avendo ancora l’essiccatore ed essendo già autunno inoltrato, proverò a farli in forno a 45°, sono troppo curiosa, e tra l’altro sembra che su internet la tua sia l’unica ricetta esistente di hamburger crudisti! 🙂 Poche ricette ma buone e preziose 🙂

  14. Nunzia says:

    Ciao Marco,
    grazie x le tue ricette, amo tutto ciò che madre natura ci offre sono una vegetariana e vorrei avvicinarmi al crudismo anche se questo tipo d’alimentazione mi lascia un pò perplessa( benedetta ignoranza mia) perchè nn so muovermi nelle ricette, nn so inventarmele,mi aiuteresti postando nuove ricette? C’è da dire che oggi in natura niente è più genuino ,grazie all’uomo, e in più i prodotti biologici stanno salendo di prezzo……e quindi diventa tutto più difficile xcasalinghe come me. Grazie di cuore

  15. Marco says:

    Ciao Nunzia, appena posso posterò nuove ricette, ma la cosa fondamentale secondo me è capire i principi base del crudismo e le quantità dei vari macronutrienti necessarie.

    In questo momento sono impegnato a fornire le ricette e le dispense per il club rawfoods che ti consiglio ovviamente di prendere in considerazione. Ci accedi acquistando l’audiobook “I Segreti della Nutrizione Viva”.

    A presto,

    Marco

  16. Francesca says:

    Li ho fatti oggi!…ho usato anacardi al posto dei semi di girasole (che non avevo) e sono riusciti comunque buonissimi 🙂 Grazie per l’ottima ricetta

  17. salvatore says:

    scusate qualcuno mi potrebe dire come si aprono le altre pagine ricette polpette crudiste etc grazie

  18. Giovanni says:

    Ciao Salvatore, credo che tu ti riferisca ai Tags riportati alla fine dell’articolo e che non corrispondono ad altri articoli bensì alle parole chiave con cui l’articolo stesso viene riconosciuto sui motori di ricerca internet.

    Acquistando l’Audio Corso “I segreti della nutrizione viva” si viene iscritti automaticamente al Club di RawFoods.it, in questo modo si riceveranno ogni settimana email e ricette crudiste.

    Se hai bisogno di ulteriori chiarimenti puoi scrivere in privato:

    info@rawfoods.it

    Giovanni


Lascia un commento